Homepage

Graduatorie di Istituto docenti triennio 2017/20

Il Miur ha pubblicato il Decreto del Direttore Generale 784 dell’11/05/2018 concernente l’aggiornamento/integrazione periodica delle graduatorie di istituto di II fascia, la dichiarazione della specializzazione di sostegno, la regolamentazione della priorità in III fascia per gli abilitati, l’aggiornamento del punteggio per la scuola primaria e dell’infanzia di chi ha prestato servizio nelle sezioni primavera.

In particolare, devo presentare l’istanza entro il 4 giugno 2018:

chi ha conseguito l’abilitazione all’insegnamento tra il 24/06/2017 e il 1/02/2018: invio del mod. A3 tramite raccomandata A/R o PEC alla scuola capofila. Se non si è inseriti in III fascia, è necessario inviare ad una scuola statale della Provincia in cui si intende lavorare (anche per chi ha conseguito sia l’abilitazione sia il sostegno nel suddetto periodo)
per chi è già inserito in II fascia e ha conseguito la specializzazione per il sostegno
per integrare il punteggio per il servizio prestato presso le sezioni primavera: invio mod. A1/S tramite raccomandata A/R o PEC alla scuola capofila.

Stipendio cedolino maggio

Il cedolino della rata ordinaria di maggio 2018, per tutti i dipendenti del Comparto Ricerca e Istruzione, sarà disponibile nella giornata di giovedì 17 maggio.

Gli arretrati relativi al triennio 2016-2018, derivanti dal nuovo contratto C.C.N.L. per il comparto Istruzione e Ricerca, saranno comunicati con un cedolino separato rispetto a quello ordinario della rata di maggio.

Passaggi tra i percorsi di istruzione professionale e percorsi IeFP: sancito l’Accordo in Conferenza Stato-Regioni.

Il 10 maggio 2018 è stato raggiunto in Conferenza Stato-Regioni l’Accordo che definisce le diverse fasi di passaggio tra i percorsi quinquennali di istruzione professionale e i percorsi triennali e quadriennali dell’istruzione e formazione professionale (IeFP) e viceversa.
La stipula dell’Accordo è prevista dal decreto di riordino dell’istruzione professionale (articolo 8 comma 2 del Decreto Legislativo 61/17) e riguarda sia i percorsi IeFP erogati dagli istituti professionali in regime di sussidiarietà che quelli erogati dalle Istituzioni formative accreditate dalle Regioni.
In base all’articolo 8 comma 1 del DLgs 61/17, i passaggi tra i percorsi di istruzione professionale e i percorsi di istruzione e formazione professionale e viceversa, “costituiscono una delle opportunità che garantiscono alla studentessa e allo studente la realizzazione di un percorso personale di crescita e di apprendimento, in rapporto alle proprie potenzialità, attitudini ed interessi, anche attraverso la ridefinizione delle scelte, senza disperdere il proprio bagaglio di acquisizioni.”
accordo-conferenza-stato-regioni-100-del-10-maggio-2018-passaggi-tra-percorsi-di-istruzione-professionale-e-percorsi-iefp

Iscrizioni ai percorsi di istruzione per gli adulti a.s. 2018/2019

Con la nota prot. 7647 del 3.5.2018 il Miur ha fornito le indicazioni circa le iscrizioni degli alunni alle scuole di ogni ordine e grado per l’a.s. 2018/19.
Termini di scadenza per le iscrizioni: di norma entro il 31 maggio 2018 e comunque non oltre il 15 ottobre 2018.Sarà comunque possibile accogliere, nei limiti dell’organico assegnato, richieste di iscrizione pervenute oltre i succitati termini. Spetterà al Collegio definire i criteri generali e le fattispecie legittimanti la deroga.

Presentazione domanda di iscrizione
Per l’iscrizione ai percorsi di istruzione di primo livello e ai percorsi di alfabetizzazione e apprendimento della lingua italiana si presenta domanda di iscrizione direttamente alle sedi dell’unità amministrativa dei CPIA, anche per il tramite delle “sedi associate”.
Per iscriversi ai percorsi di istruzione di secondo livello si presenta domanda direttamente alle sedi dell’unità didattica dei CPIA (punti di erogazione di secondo livello), vale a dire alle istituzioni scolastiche presso le quali sono incardinati i percorsi di secondo livello (per Belluno IIS Catullo).

ISCRIZIONE AI CPIA

sistemazione posizione assicurativa

In seguito alle circolari INPS n. 94 del 31/05/2017 e n. 169 del 10/11/2017, è opportuno entro il 31 dicembre 2018 confrontare i servizi prestati e quelli presenti nell’estratto contributivo INPS, per verificare che tutti i contributi siano stati correttamente registrati nella banca dati INPS. I contributi che dovranno essere controllati sono quelli che vanno dall’inizio della carriera lavorativa fino alla data del 31 dicembre 2013, questo perché dopo il 31 dicembre 2018 i contributi non rinvenibili sull’estratto conto potrebbero andare in prescrizione.
I periodi che potrebbero mancare sono i seguenti:
• periodi di servizio pre ruolo e ruolo
• periodi riscattati,computati o ricongiunti