Homepage

Didattica per alunni con disabilità e BES, interventi frammentari e azioni non adeguate

Con delibera n. 13/2018/G, la Corte dei conti, Sezione centrale di controllo sulla gestione delle amministrazioni dello Stato, ha esaminato gli interventi per la didattica a favore degli alunni con disabilità e bisogni educativi speciali, dal 2012 al 2017.
Come riportato dalla stessa Corte in apposito comunicato, “sotto il profilo dell’organizzazione, l’obiettivo principale del legislatore era quello di attivare tutti gli strumenti e le risorse presenti nella comunità, accostando il sistema di istruzione ai bisogni del singolo (dimensione locale e di relazione).
Tuttavia, la coesistenza di enti e soggetti (scuola, enti locali e servizi sanitari) con responsabilità, interesse e organizzazioni diverse ha mostrato la farraginosità dell’impianto, con la genericità delle intese ed un’estrema frammentarietà degli interventi”.

La Corte evidenzia anche “carenze in tema di dati e relativi indicatori sulla qualità dell’istruzione e dell’inclusione degli studenti con disabilità nella scuola e nelle classi ordinarie…”.

delibera Corte dei Conti

Riconoscimento professione docente con titoli conseguiti all’estero

Il Miur ha pubblicato il 18 luglio 2018 un avviso con il quale precisa che, al fine di garantire il rispetto dell’ordine cronologico e la par condicio dei richiedenti, saranno accolte solo le richieste di riconoscimento presentate attraverso posta ordinaria o raccomandata. Non sarà quindi più possibile presentarle “a mano” presso l’Ufficio Corrispondenza del Ministero.

Ricordiamo che il riconoscimento dei titoli di abilitazione/specializzazione esteri sono soggetti alle procedure di legge e che nessun titolo conseguito all’estero è utilizzabile senza il predetto riconoscimento.

Per il riconoscimento dei titoli di abilitazione/idoneità alla professione docente e di specializzazione per il sostegno, conseguiti fuori dall’Italia la procedura è stabilita dal Decreto legislativo 206/07 (per i paesi comunitari) e dal DPR 394/99 (per i paesi non comunitari) e successive modificazioni.

Responsabile della procedura è il Ministero dell’Istruzione che provvede, qualora sussistano le condizioni, al rilascio di un Decreto di riconoscimento che sarà anche pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.

La procedura è particolarmente complessa, dura almeno 4 mesi e verifica la corrispondenza dei percorsi formativi esteri con quelli previsti in Italia: può prevedere misure compensative nel caso di insufficiente corrispondenza con il titolo italiano.
Tutte le informazioni e la documentazione sono disponibili sul sito del MIUR

http://www.miur.gov.it/riconoscimento-professione-docente

On-line il bando Intercultura a.s. 2018/2019

Intercultura ha pubblicato il nuovo bando di concorso per i programmi all’estero 2018/2019.

Sono oltre un migliaio le borse di studio totali o parziali per gli studenti delle scuole superiori italiane interessati ad andare a scuola in uno tra i Paesi diversi del mondo.

I  programmi sono rivolti prioritariamente a studenti delle scuole superiori nati tra il nati tra il 1° luglio 2001 e il 31 agosto 2004.

Per iscriversi alle selezioni è sufficiente collegarsi al sito internet www.intercultura.it e compilare il modulo di iscrizione on line (le iscrizioni apriranno il 1° settembre 2018).

È richiesto il pagamento della quota di iscrizione di 50 euro (che non verrà rimborsata in nessun caso) mediante versamento su conto corrente postale (c/c n° 1014038770) o pagamento con carta di credito.

Le iscrizioni per partecipare all’assegnazione delle borse di studio Intercultura e di tutti i programmi disponibili devono pervenire entro il 10 novembre 2018.

Riforma istruzione professionale: pubblicato il regolamento in Gazzetta Ufficiale

MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA

DECRETO 24 maggio 2018, n. 92  Regolamento recante la disciplina dei profili di uscita degli indirizzi di studio dei percorsi di istruzione professionale, ai sensi dell’articolo 3, comma 3, del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 61)

(GU Serie Generale n.173 del 27-07-2018 – Suppl. Ordinario n. 35)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 11/08/2018

Immissioni in ruolo 2018/2019

Nota Miur

Immissioni in ruolo del personale della scuola – a. s. 2018/19 Istruzioni tecniche per l’utilizzo delle funzioni SIDI

nota Miur immissioni in ruolo

Le assunzioni dovranno concludersi entro il 31 agosto e i neo assunti, come chi ha appena ottenuto trasferimento, dovranno presentarsi nella scuola assegnata il 1° settembre.Le assunzioni seguiranno la seguente procedura50% dalle GaE e 50% dalle graduatorie di merito 2016.