Homepage

Mobilità: oltre centomila docenti in bilico

Si pubblica il Comunicato unitario di FLC CGIL, UIL Scuola, Snals Confsal e Gilda Unams sulla ripresa della trattativa sul contratto della mobilità del personale della scuola per il triennio 2022-2025.

Mobilità: oltre centomila docenti in bilico.

I Sindacati riaprono la trattativa e offrono proposte.  Il Ministero si convince e cerca soluzioni

Roma, 25 gennaio – Oggi, 25 gennaio, si è svolto l’incontro con il Ministero dell’Istruzione per l’individuazione dei criteri di mobilità del personale della scuola per il triennio 2022-2025.

L’incontro, il secondo per quanto ci riguarda, ha segnato la ripresa delle trattive con l’Amministrazione dopo che si era disertato il tavolo tenutosi nel periodo di proclamazione dello stato di agitazione culminato nello sciopero del 10 dicembre scorso. Fra i temi al centro dello sciopero c’era proprio il superamento dei vincoli di permanenza sui quali si è chiesto al ministero di rivedere la propria posizione di rigida applicazione della legge.

Con il tavolo di oggi si è riaperta la trattativa tra le parti e il nuovo testo consegnato accoglie parte delle richieste sindacali, in particolare per quanto riguarda la rimozione del vincolo per i docenti neo immessi in ruolo a partire dall’1 settembre 2020.

Per questo si è chiesto un po’ di tempo per analizzare il testo e valutare la possibilità di apportare ulteriori modifiche migliorative. Si prende atto infatti, dello sforzo dell’Amministrazione, ma ora occorre verificare se esistono le condizioni per un intervento ulteriore per i DSGA per i quali, al momento, permane in un’incomprensibile rigidità, e per il personale ATA.

Domani FLC CGIL, UIL Scuola, Snals Confsal e Gilda Unams si incontreranno per effettuare una valutazione congiunta. L’incontro è aggiornato a giovedì 27 gennaio.

Alunni con disabilità e BES – Attività didattica in presenza

ll Ministero dell’Istruzione e il Ministero della Salute-Direzione Generale della Prevenzione sanitaria-, hanno emanato la Circolare congiunta MI e M. SALUTE n. 71 del 21.1.2022 avente per oggetto “attività didattica in presenza – misure per alunni con disabilità e bisogni educativi speciali nelle classi in dad/ddi”,

La Circolare fa seguito alla FAQ, pubblicata sul sito della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che fornisce indicazioni in merito ad un quesito concernente la possibilità, per gli alunni con disabilità delle classi in didattica a distanza o in didattica digitale integrata, di seguire le lezioni in presenza che di seguito si trascrive:

Agli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali, che non siano positivi al COVID-19 e che non presentino una temperatura corporea superiore a 37,5 gradi, è garantito, con modalità di massima sicurezza ed in assenza di sintomatologia specifica, in ogni caso, lo svolgimento dell’attività didattica in presenza per mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica, assicurando comunque il collegamento telematico con gli alunni della classe che si avvalgono della didattica digitale integrata.

Concorso ordinario secondaria 1° e 2° grado

Ieri 17 gennaio il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato sul proprio sito www.miur.gov.it il Decreto Ministeriale n. 326 del 09/11/2021contenente disposizioni riguardanti il concorso per titoli ed esami per l’accesso ai ruoli del personale docente della scuola secondaria di primo e di secondo grado su posto comune e di sostegno.

Si allegano:

Allegato A Programmi secondaria.pdf[ ]1774 kB
Allegato B Tabella titoli.pdf[ ]220 kB
Allegato C abilitazioni corrispondenti.pdf[ ]57 kB
Decret0 n. 326 del 09-11-2021.pdf[ ]488 kB

Obbligo vaccinale per il personale degli Istituti Tecnici Superiori – Decreto-Legge 7 gennaio 2022, n. 1

Obbligo vaccinale.

Il Ministero dell’Istruzione ha comunicato agli Istituti Tecnici Superiore che a partire dal 1° febbraio 2022 sarà obbligatoria per tutto il personale la vaccinazione anti Covid-19.

Con nota n. 935 del 14 gennaio 2022, Il Ministero dell’Istruzione ha comunicato a tutti gli Istituti Tecnici Superiori che, secondo quanto stabilito dal decreto legge n. 1 del 7 gennaio 2022, l’obbligo vaccinale per la prevenzione dell’infezione da SARS-COV-2 è stato esteso, con decorrenza a partire dal 1° febbraio 2022, anche al personale degli I.T.S.Il rispetto dell’obbligo vaccinale va verificato dai responsabili delle strutture delle Fondazioni I.T.S. e l’inadempimento determina l’immediata sospensione dal diritto di svolgere l’attività lavorativa, senza conseguenze disciplinari e con diritto alla conservazione del rapporto di lavoro. Inoltre il Ministero ricorda che, essendo prorogato lo stato di emergenza fino al 31 marzo 2022, chiunque acceda alle strutture utilizzate per lo svolgimento delle attività formative l’obbligo di possedere ed esibire la certificazione verde Covid-19. Gli I.T.S. dovranno quindi predisporre un piano esecutivo riguardante le modalità di controllo e verifica dell’obbligo vaccinale di tutto il personale, proprio in considerazione del fatto che le attività formative quali laboratori, stage, prove di verifica sono svolte in presenza.

33