Homepage

Ricevi il Cedolino della pensione e la Certificazione unica in posta elettronica

L’INPS dà la possibilità di ricevere il cedolino e la certificazione unica al tuo indirizzo di posta elettronica, senza accedere, ogni mese, al portale web.
È sufficiente farne richiesta tramite l’apposito servizio messo a disposizione ed accessibile a questa pagina.

Dopo essersi accreditati con le consuete credenziali (username + PIN oppure SPID) il portale propone la pagina seguente:

Gestione contatti personali

L’INPS ti invita a fornire solo i tuoi recapiti strettamente personali poiché verranno utilizzati per comunicare dati inerenti alla tua persona fisica. Non devono essere inseriti recapiti di lavoro o condivisi poiché altre persone potrebbero venire a conoscenza delle tue comunicazioni personali.

Contatti personali  

CODICE FISCALE

Indirizzo Email Personale validato

Indirizzo PEC Personale

Cellulare validato

Telefono Fisso

Se comunichi un indirizzo PEC, l’INPS ti invierà tutta la corrispondenza personale, anche se raccomandata A.R., esclusivamente alla PEC indicata e non più tramite lettere cartacee.

Finalità di utilizzo dei contatti
I contatti da te sopra indicati sono utilizzati per comunicare con te nell’ambito della gestione del ciclo di vita della tua identità digitale e per l’erogazione dei servizi INPS richiesti. Inoltre, allo scopo di renderti un più completo ed efficace servizio, i contatti forniti potranno essere ulteriormente utilizzati da parte dell’INPS per inviarti: 

  • comunicazioni inerenti tue richieste presentate all’INPS attraverso tutti i diversi canali di contatto con l’Istituto;
  • informazioni riguardanti la tua posizione assicurativa e contributiva ed eventuali servizi di tuo interesse;

Se hai specificato la PEC, ti invieremo tutta la corrispondenza personale, quali certificazioni e documenti personali, a tale indirizzo in sostituzione di lettere ordinarie o raccomandate A/R all’indirizzo di residenza. 

Puoi acconsentire che i contatti forniti siano utilizzabili dall’INPS anche per le finalità di seguito descritte:

(Viene proposto uno schema nel quale l’utente può liberamente scegliere le modalità di contatto nei confronti dell’INPS, e-mail, PEC, telefono fisso, cellulare)

ALLA FINE DELLA PAGINA CLICCARE SUL PULSANTE AVANTI.

Il sistema presenta i medesimi dati inseriti e/o modificati dall’utente e ne propone la conferma.

Dal primo cedolino disponibile, successivamente alla predetta registrazione, il sistema automaticamente invierà tutti i mesi il cedolino della pensione all’indirizzo mail comunicato.

Prorogata la “sorveglianza sanitaria eccezionale”.

Prorogati fino al 31 dicembre 2021 i termini sulla sorveglianza sanitaria eccezionale (art. 83 del DL 19 maggio 2020 n. 34 convertito, con modificazioni, dalla legge 17 luglio 2020, n. 77, che riportiamo):

Art. 83 – Sorveglianza sanitaria

  1. Fermo restando quanto  previsto  dall’articolo  41  del  decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81,  per  garantire  lo  svolgimento  in sicurezza delle attività produttive e commerciali  in  relazione  al rischio di contagio da virus SARS-CoV-2, fino alla data di cessazione dello  stato  di  emergenza [fino al 31.12.2021] per  rischio  sanitario  sul  territorio nazionale, i datori  di  lavoro  pubblici  e  privati  assicurano  la sorveglianza  sanitaria  eccezionale  dei   lavoratori   maggiormente esposti  a  rischio  di  contagio,  in  ragione  dell’eta’  o   della condizione  di  rischio  derivante  da  immunodepressione,  anche  da patologia COVID-19, o da  esiti  di  patologie  oncologiche  o  dallo svolgimento di terapie  salvavita  o  comunque  da  comorbilità  che possono caratterizzare una maggiore rischiosità.

Le  amministrazioni pubbliche provvedono alle attività previste al presente comma con le risorse umane, strumentali  e  finanziarie  previste  a  legislazione vigente.

2. Per i datori di lavoro che, ai sensi dell’articolo 18, comma  1, lettera a), del decreto legislativo 9 aprile 2008, n.  81,  non  sono tenuti alla nomina del medico competente  per  l’effettuazione  della sorveglianza sanitaria nei casi previsti dal medesimo decreto,  ferma restando  la  possibilità  di   nominarne   uno   per   il   periodo emergenziale, la sorveglianza sanitaria eccezionale di cui al comma 1 del presente articolo puo’ essere richiesta ai  servizi  territoriali dell’INAIL che  vi  provvedono  con  propri  medici  del  lavoro,  su richiesta del datore di lavoro, avvalendosi anche del contingente  di personale di cui all’articolo 10 del decreto-legge 17 marzo 2020,  n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27.

Con decreto del Ministro del lavoro e  delle  politiche  sociali,  di concerto con il Ministro dell’economia e delle  finanze,  sentito  il Ministro  della  Salute,  acquisito  il   parere   della   Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato,  le  Regioni  e  le  Province autonome di Trento e di Bolzano, da adottarsi entro  quindici  giorni dalla data di entrata in vigore del presente decreto, e’ definita  la relativa tariffa per  l’effettuazione  di  tali  prestazioni.  Per  i medici di cui al presente comma non si applicano gli articoli 25, 39, 40 e 41 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81.  

______________________________

L’attività di sorveglianza sanitaria eccezionale si sostanzia in una visita medica sui lavoratori inquadrabili come “fragili” ovvero sui lavoratori che, per condizioni derivanti da immunodeficienze da malattie croniche, da patologie oncologiche con immunodepressione anche correlata a terapie salvavita in corso o da più co-morbilità, valutate anche in relazione dell’età, ritengano di rientrare in tale condizione di fragilità.

Il concetto di fragilità va individuato “in quelle condizioni dello stato di salute del lavoratore/lavoratrice rispetto alle patologie preesistenti che potrebbero determinare, in caso di infezione, un esito più grave o infausto e può evolversi sulla base di nuove conoscenze scientifiche sia di tipo epidemiologico che di tipo clinico”.

Supplenze da Gae e GPS: in provincia di Belluno nomine rinviate di qualche giorno

Supplenze al 31 agosto e 30 giugno 2022: gli Uffici Scolastici di alcune province pubblicano gli esiti, altre temporeggiano ancora in attesa di completare il lavoro relativo a depennamenti e reinserimenti in GPS, altri “trovano” ancora disponibilità da inserire all’ultimo minuto. In effetti c’è ancora qualche giorno prima dell’inizio delle lezioni e operare nel modo corretto è a vantaggio di tutti.

In Provincia di Belluno, le suddette operazioni dovrebbero concretizzarsi quanto prima.

PENSIONATI 2021:SERVE UN ATTENTO CONTROLLO DELLA DETERMINA PENSIONE Pubblicato:

I pensionati scuola 2021 possono scaricare con proprio PIN INPS o SPID il modello S.M. 5007 protocollato (cioè la determina concessione pensione).

Tale modello viene inviato con pec anche alla scuola di titolarità che poi lo notifica alle e-mails personali degli interessati.

Nella allegata scheda del prof. Renzo Boninsegna viene descritta la procedura per scaricare il mod. S.M. 5007  e viene evidenziata l’importanza di un attento controllo da parte del servizio consulenza del sindacato al quale si è iscritti.

Al termine della scheda viene infine indicata la procedura da seguire per segnalare eventuali errori rilevati nella determina di pensione per non subire “a vita” un danno nella propria pensione.