BONUS 150 EURO PER DOCENTI E ATA

Bonus 150 euro, per docenti e Ata in arrivo nella busta paga di novembre:

L’indennità non spetta a tutti i lavoratori subordinati, ma solo a chi è in possesso di specifici requisiti. In particolare, occorre avere una retribuzione imponibile, sempre nella competenza del mese di novembre, non superiore a 1.538 euro.

Per i lavoratori dipendenti, compresi quelli della scuola, l’indennità arriverà in via automatica nella busta paga di novembre. L’indennità spetta una sola volta, non è cedibile, né sequestrabile, né pignorabile e non costituisce reddito ai fini fiscali e previdenziali.

Ai pensionati l’indennità viene corrisposta automaticamente dall’Inps a novembre. Per averla bisogna essere residenti in Italia, titolari di uno o più trattamenti pensionistici, di pensione o assegno sociale, di pensione o assegno per invalidi civili, ciechi e sordomuti, nonché di trattamenti di accompagnamento alla pensione, e di reddito personale assoggettabile ad Irpef, al netto dei contributi, non superiore per il 2021 a 20.000 euro.

Per i lavoratori stagionali, a tempo determinato e intermittenti che, nel 2021, abbiano svolto la prestazione per almeno 50 giornatedunque potrebbero rientrare anche i precari della scuola, così come già è stato per il bonus 200 euro.

Per quest’ultima categoria appena il nostro patronato riceverà istruzioni comunicheremo tempestivamente le modalità di richiesta.

bonus 150 euro Circolare_numero_116_del_17-10-2022

0 Commenti

Non ci sono ancora commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.